Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL,, CIA Treviso, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


Roaming: attenzione alle telefonate extra UE

Dal 1° luglio si abbasseranno i costi per le telefonate, per gli SMS ed il traffico internet in roaming nell’UE: questo significa che una chiamata effettuata all’estero nell’UE costerà al massimo 19 Centesimi più IVA al minuto, una chiamata ricevuta al massimo 5 Centesimi più IVA. Inviare un SMS non potrà costare più di 6 Centesimi più IVA mentre ricevere un SMS deve essere gratis. Tuttavia – avverte il Centro Europeo Consumatori – occorre oculatezza se ci rechiamo al di fuori dell’UE, ad esempio in Egitto, Turchia o Tunisia: effettuare telefonate, scrivere SMS e utilizzare servizi internet con il proprio smartphone potrebbe rivelarsi molto costoso. Il CEC consiglia di chiedere al proprio gestore telefonico se esistono apposite offerte ed informarsi quanto verrebbe a costare l’acquisto e l’utilizzo di una SIM-Card ricaricabile direttamente nel Paese di destinazione. Un’alternativa potrebbe essere l’utilizzo della rete Wi-Fi nel proprio hotel. Risparmia sicuramente di più chi in vacanza ce la fa a staccare completamente – scollegandosi per un po’ dal mondo e dalla rete!

Mestre, 27 giugno 2014