Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL,, CIA Treviso, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Canone Rai: il 30 giugno termine per richiesta esenzione pagamento del secondo semestre 2017

Scade il 30 giugno il termine per la presentazione della dichiarazione di non detenzione o comunque dell’autocertificazione necessaria al fine di non pagare il canone.

La documentazione necessaria si dovrà presentare all’Agenzia delle Entrate attraverso l’apposita modulistica messa a disposizione sul sito stesso dell’agenzia o sul sito di Adusbef, ACU, Asso-Consum, Federconsumatori e Lega Consumatori, promotrici del Progetto “Canone in bolletta: scelta perfetta?”, che sono pronte ad offrire informazioni ed assistenza ai cittadini sia tramite il numero verde dedicato 800660594 che presso gli sportelli sul territorio.

Presentando tale dichiarazione l’utente sarà esonerato dal pagamento del Canone per il secondo semestre 2017 (per essere esonerato per l’intero anno avrebbe dovuto presentare l’autocertificazione entro il 31 gennaio 2017).

Per dichiarare il non possesso dell’apparecchio tv – sia da parte dell’intestatario della fornitura di energia elettrica residenziale che da parte di un altro componente della stessa famiglia anagrafica – l’utente deve presentare la dichiarazione sostitutiva, compilando il quadro A del modello dedicato.

Con la compilazione del quadro B del modello, invece, è possibile segnalare che l’intestatario di un’utenza elettrica di tipo residenziale non è tenuto al pagamento del canone in quanto quest’ultimo viene già addebitato su un’altra fornitura intestata ad un altro componente della stessa famiglia anagrafica, del quale deve essere indicato il codice fiscale.

È bene ricordare che, se le condizioni per richiedere l’esenzione permangono, sarà necessario ripresentare la dichiarazione ogni anno; in caso contrario, il canone verrà automaticamente addebitato in bolletta.

Facendo il punto della situazione, ad un anno di distanza, sembra quindi realizzato l’obiettivo per cui è stato predisposto l’inserimento del canone in bolletta, cioè la battaglia contro l’evasione e l’aumento delle entrate. Federconsumatori ritiene quindi che sia arrivato il momento, così come previsto dalla Legge di Stabilità 2016, di procedere all’ampliamento dagli attuali 6.713,98 euro a 8.000,00 euro della soglia di reddito per l’esenzione dal pagamento per gli ultrasettantacinquenni.

È inaccettabile che si trascuri una questione di tale portata, soprattutto in una fase di grave crisi economica come quella che stiamo ancora attraversando e che vede le famiglie vivere situazioni di estremo disagio: Federconsumatori chiede pertanto che si provveda al più presto a rendere operative le modifiche previste per legge, per ampliare la platea degli utenti aventi diritto all’esenzione innalzando il limite oggi previsto che, oltre ad essere bloccato da tanti anni, è veramente irrisorio. 

Per informazioni, assistenza e consulenza gratuita rivolgetevi a:

 Numero verde 800660594

(operativo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 15.30)

Mestre, 12 maggio 2017