Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL,, CIA Treviso, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
WhatsApp, modifiche alla privacy: attenzione prima di accettare leggere attentamente le condizioni

Whatsapp, la chat gratuita più utilizzata al mondo, ha avvisato in questi giorni i suoi utenti di un cambiamento delle norme a tutela della privacy. La società, di proprietà di Facebook dal 2014, ha annunciato una modifica dei termini di servizio e dell’informativa sulla privacy che le consentirà di far comunicare le aziende e i clienti attraverso la sua chat. Accanto a questo, Whatsapp «collegherà» i numeri di telefono degli utenti «con i sistemi di Facebook», in modo che il social network possa «offrire migliori suggerimenti di amici e mostrare inserzioni più pertinenti». In un post sul suo blog, Whatsapp rassicura gli utenti in merito alla privacy: «Anche se ci coordineremo maggiormente con Facebook nei mesi a venire, i messaggi crittografati rimarranno privati e nessun altro potrà leggerli. Né WhatsApp, né Facebook, né nessun altro», assicura la società. Gli utenti potranno scegliere di non condividere le informazioni con Facebook.

Federconsumatori ricorda che è di fondamentale importanza leggere attentamente le nuove condizioni e sapere che si può decidere di non condividere le informazioni del proprio account WhatsApp con Facebook.

Il procedimento da seguire in questo caso è il seguente: bisogna aprire il menù “impostazioni” di WhatsApp, accedere alla voce “account” e revocare la scelta sulla condivisioni delle informazioni dell’account con Facebook togliendo il segno di spunta su “condividi info account”. È inoltre possibile evitare il consenso sulla condivisione di dati prima di accettare i nuovi termini della privacy. Per fare ciò, prima di cliccare su “Accetto” bisogna premere sulla parola “Leggi” all’interno del messaggio informativo. Così comparirà una sezione nella parte inferiore dello schermo accompagnata dal testo: “Condividi le informazioni del mio account WhatsApp con Facebook per migliorare le mie esperienze con le inserzioni e i prodotti di Facebook”. Per disattivare la condivisione dei dati è sufficiente togliere il segno di spunta sulla casella.

Mestre, 2 settembre 2016