Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL,, CIA Treviso, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Federconsumatori: è necessario regolamentare le modifiche contrattuali unilaterali

Questa volta tocca a Tim: dal 1 agosto Tim ha previsto un aumento sui servizi offerti. Oltre al rincaro delle tariffe Internet Senza Limiti, Tim Smart, Tutto, Tutto con Timvision, Internetfibra e Tutto Senza Limiti, verrà aumentato anche il costo della consegna degli elenchi telefonici che passerà da 2,50 € a 3,90 euro all’anno. Ma non è finita qui. Gli aumenti riguarderanno anche il costo del noleggio modem che passerà da 3,90€ a 4,90€. Tim non è la sola ad approfittare del relax estivo dei suoi abbonati per apportare modifiche arbitrarie ai contratti.

Per questo motivo, Federconsumatori ritiene necessario affrontare dal punto di vista normativo il tema delle “modifiche unilaterali del contratto”. Una possibilità che, in ogni settore, lascia mano libera a gestori ed aziende, che possono apportare modifiche rilevanti, anche sostanziali, alle condizioni contrattuali. In tal modo i cittadini si trovano di fronte a costi e modalità non previste, privati della possibilità di scelta.

“È nostra convinzione che sia necessario porre un freno a questa possibilità, ponendo limitazioni entro le quali i contratti possono essere parzialmente modificati, ma sempre senza essere snaturati con condizioni e costi differenti da quelli volontariamente sottoscritti dagli utenti. “Oltre a manifestare la nostra contrarietà a questa lunga sequenza di rincari, vogliamo ricordare a tutti i cittadini che si può rinunciare al servizio in qualsiasi momento, contattando il servizio clienti e inviando comunicazione scritta a mezzo fax o posta”.

Mestre, 5 agosto 2016