Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL,, CIA Treviso, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Canone RAI: bollette con addebiti non dovuti. Arrivano le indicazioni per chiedere il rimborso  

Sulla spinosa questione del canone Rai in bolletta si sono avverate, purtroppo, le nostre previsioni più cupe. Nei mesi scorsi abbiamo ripetutamente sollecitato i soggetti competenti – Agenzia delle Entrate, imprese erogatrici di energia elettrica e Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico in primis – a porre la massima attenzione nella complessa operazione di incrocio delle diverse banche dati, sottolineando i probabili rischi di errori e inesattezze nella fatturazione.

 A conferma dei nostri timori sono arrivate numerosissime segnalazioni da parte di utenti che, pur avendo presentato la dichiarazione di non detenzione dell’apparecchio televisivo nei termini previsti, si sono visti recapitare una bolletta che comprende anche 70 euro di canone.

Altro errore estremamente diffuso, è l'addebito di 70 euro anche a coloro che hanno presentato la dichiarazione di non detenzione nel periodo compreso tra il 16 maggio e il 30 giugno, a cui dovrebbero essere invece addebitati solo 51, 03 euro.

Segnaliamo a chiunque si trovi in queste situazioni che è possibile pagare la sola quota energia secondo le modalità stabilite dal gestore. Se, invece, il pagamento è stato già effettuato, si può chiedere il rimborso del canone non dovuto seguendo la procedura indicata: dall’Agenzia delle Entrate: Prot. n. 125604/2016.

 Invitiamo chiunque abbia dubbi o problemi in proposito a rivolgersi alle nostre sedi territoriali per ricevere assistenza.

Mestre, 5 agosto 2016